http://ad.zanox.com/ppc/?24071337C99788162T

Foto-sintesi di una giornata di festa

Maggio 13th, 2013 by milanoisola Categories: in evidenza No Responses

Ci sono voluti tempo, perseverenza e tanta fatica, ma finalmente ieri Pepe Verde ha inaugurato il suo giardino condiviso. E’ stata una bella festa cui ha preso parte un po’ tutto il quartiere, con tanta gioia, soddisfazione, ma anche qualche perplessità: e adesso?

E’ stato strano guardare l’Isola da dentro il giardino, da quell’area che da tempo immemore siamo abituati a vedere chiusa e abbandonata. Da lì si vede molto più cielo di quanto ci saremmo mai immaginati. Chissà se la stessa impressione l’hanno avuta tutti quei ragazzi, bimbi, genitori e nonni che da mattina e sera hanno affollato il giardino e preso d’assalto il buffet preparato per l’occasione dai più volenterosi abitanti del quartiere. Mescolati tra di loro anche alcuni Assessori che più hanno contribuito alla stipula della Convenzione.

Eravamo davvero in tanti, e questo è bello perché vuol dire che la gente potrà sentire il parco davvero suo. Questo è importante, perché il giardino potrà vivere solo con il contributo di tutti, grazie a chi porterà una piantina, troverà il tempo per bagnarla e per tenere aperta l’area durante tutta la settimana. Sono stati bravissimi i ragazzi di Isola pepe Verde a ripulire tutto, preprare le cassette di fiori e a valorizzare la vegetazione spontanea che, spaccando il duro asfalto, si sta riprendendo da sola il proprio spazio.

Visto da dentro c’era molto più verde di quanto si poteva supporre dall’altra parte della palizzata di metallo. Però certo, il prato non c’è, e non ci sarà finché il Comune non decide di fare la bonifica dell’area. La convenzione firmata con il Consiglio di Zona è di un anno ed è rinnovabile e non c’è da dubitare che questa amministrazione manterrà nel tempo l’impegno preso. Ma dopo? Come tutti sanno l’area è edificabile e per questo fa gola a molti: cosa succederà se non ci saranno più i soggetti che hanno preso questo impegno con il quartiere?

Un’altra incognita che grava sull’area è il progetto del Cavalcavia Bussa, attualmente allo studio in Comune sulla base del documento elaborato dai cittadini in sede di processo partecipato. Impossibile non pensare al fatto che il giardino sorge proprio in prossimità del ponte e che potrebbe essere interessato dai lavori i qualificazione. Per tutte queste ragioni è importante che la gente si appropri di questo spazio e lo faccia suo, difendendolo come fosse casa propria. Come dire, il grosso del lavoro comincia ora.

Ma ieri era soprattutto un giorno di festa, e senza dubbio un ottimo inizio. Buon lavoro ragazzi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: