http://ad.zanox.com/ppc/?24071337C99788162T

Cosa hanno messo in cantiere

Luglio 5th, 2013 by milanoisola Categories: News No Responses

Si è parlato di torri, parchi e case ieri durante la passeggiata nei cantieri di Isola Lunetta, ma sopratutto di tempi: quando finiranno i lavori e potremo riprendere possesso dei nostrii spazi?

IMG_1263Accompagnati da diversi funzionari del Comune e da alcuni tecnici di Porta Nuova Isola parecchi cittadini hanno partecipato martedì scorso ad una passeggiata sui “luoghi del delitto”, ovvero nel cantiere che sta trasformando il volto dell’Isola tra molti disagi, qualche aspettativa ma anche un po’ di timore che le difficoltà finanziarie dei vari soggetti coinvolti possano prolungare i lavori molto oltre le date previste. Ecco dunque qualche scadenza da segnare in calendario.

La Casa della Memoria, che sorgerà proprio all’inizio di via Volturno, parte in ritardo ma viene confermata la data di consegna del 25 aprile 2015: a luglio dovrebbe essere indetto il bando di gara mentre per novembre è previsto l’inizio dei lavori.
Per quanto riguarda i Boschi Verticali è di ieri la notizia che la società Colombo Costruzioni è subentrata alla altoatesina ZH, ritiraratisi per difficoltà finanziare, e quindi a breve dovrebbero ripartire per concludersi verso la fine dell’anno. Il responsabile di progetto ha assicurato che entro luglio-agosto dovrebbero ultimare la sistemazione di via De Castilla. Detto fatto: dalle ore 19:00 di venerdì 05 luglio alle ore 6:00 di sabato 06 luglio verranno chiusi due tratti di strada in via G. De Castillia e in via F. Confalonieri per permettere di effettuare l’attività di asfaltatura.

Anche il parco, che occuperà una superficie 110 mila metri quadri (l’ultima volta si era parlato di 90 mila), sconta qualche ritardo nella programmazione della bonifica. Pare ci sia voluto del tempo per capire come neutralizzare i cosidetti “contaminanti resistenti” (metalli e idrocarburi pesanti) senza penalizzare il giradino sovrastante. Anziché impacchettare tutto con un manto di plastica impermeabile per fortuna si è deciso che bastava coprire con un grosso strato di terra, soluzione che garantisce il drenaggio delle acque e non crea problemi alla piantumazione delle future piante. Anche qui si prevede l’inizio dei lavori in autunno e la conclusione per la metà del 2015.

Anche per il Centro Civico, o Casa del Quartiere, che sorgerà alle porte del parco si attende ormai il bando di gara, così come per il cavalcavia Bussa, per il quale è previsto un bando internazionale di idee aperto soprattutto ai giovani architetti. Nulla è stato detto invece sul palazzone di Ligresti, attualmente in mano al curatore fallimentare.

Per risollevare lo spirito la serata si è conclusa a ritmo di musica con un aperitivo nel nuovo giardino di via Pepe. Da lì i grattacieli quasi non si vedono e ti torna la voglia di guardare in alto, e di trovare il cielo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: