http://ad.zanox.com/ppc/?24071337C99788162T

Piazze Aperte arriva all’Isola

Gennaio 28th, 2020 by milanoisola Categories: News No Responses

E così la famigerata urbanistica tattica arriva anche da noi. Sarà realizzato infatti proprio in via Toce uno dei prossimi interventi temporanei che mirano a sperimentare nuove modalità di vivere piazze e luoghi pubblici della nosra città.

Il progetto Piazze Aperte è stato avviato nel settembre 2018 in collaborazione con Bloomberg Associates e il supporto della National Association of City Transportation Officials (NACTO) Global Designing Cities Initiative, con l’obiettivo di valorizzare le piazze come luoghi di aggregazione al centro dei quartieri. Ovvero, migliorare lo spazio pubblico, ampliare le aree pedonali e fruibili e promuovere forme sostenibili di mobilità a beneficio dell’ambiente e della qualità della vita in città.

Milano, il quartiere di Dergano in festa per la piazza ...

Da allora gli interventi realizzati sono stati fonte inesauribili di polemiche accesissime tra fautori e detrattori di questa nuova politica. C’è chi li vede come un pugno in un occhio dal punto di vista estetico, chi li considera addirittura peggiorativi della viabilità delle zone in cui vengono relizzati, chi semplicemnte li trova inutili e edannosi. Tantissimi altri invece li estenderebbero ad ogni piazza della città.

Il gradimento evidentemente prevale, dal momento che il Comune procede con passo spedito su questa strada, e a breve vedranno la luce diversi nuovi progetti. Ben 65 sono state infatti le nuove proposte di cittadini, comitati e associazioni pervenute nell’ambito di “Piazze Aperte in ogni quartiere“, l’avviso pubblico lanciato lo scorso ottobre dall’Amministrazione per l’individuazione delle nuove aree di intervento per il 2020. Oltre 300 le persone che hanno preso parte ai tavoli di lavoro sulle 65 proposte presentate.

E arriviamo a via Toce. Qui l’intervento, per cui sono arrivate due proposte da Comitato di Quartiere Isola e Repubblica del Design e Ghigos, avrà l’intento di pedonalizzare un tratto della via, rendendo più sicura l’uscita dalla scuola materna per 100 bambini e andando a ricongiungere il passaggio tra i due giardini limitrofi, quelli di Toce e di S.Maria alla Fontana. C’è già chi grida allo scandalo poiché l’intervento sopprimerà qualche posto auto, ma di certo sarà migliorativo della sicurezza dei bambini. Non sarebbe male se con l’occasione si riuscisse  a metter mano anche ai bistrattati giardini della Fontana, ad oggi quasi infrequentabili per i piccoli utenti. Quanto ai colori, vabbè, de gustibus…

C’era anche un progetto su piazza Minniti (di Systematica srl con CORE-lab, Politecnico di Milano, Wher – Freeda srl, FreeLuna – Futur3 srl), che prevedeva l’estensione del marciapiede e la creazione di zone attrezzate, mantenendo la funzione del mercato. Ma chissà come mai, non è stato preso in considerazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: