http://ad.zanox.com/ppc/?24071337C99788162T

Micamera Photography Masterclass

gennaio 15th, 2017 by milanoisola Categories: No Responses
Quando:
29 ottobre 2017@10:00–30 ottobre 2017@18:00 Europe/Rome Fuso orario
2017-10-29T10:00:00+01:00
2017-10-30T18:00:00+01:00
Dove:
Micamera - lens based arts
Via Medardo Rosso
19, 20159 Milano
Italia

This post is also available in:
Eng

Micamera Photography Masterclass
Seeing is Believing
con Joakim Eskildsen, Hannes Wanderer, Giulia Zorzi

Micamera organizza una masterclass di fotografia per un numero limitato di studenti.

Abbiamo organizzato e ospitato corsi per diversi anni. Spesso sono stati l’occasione che ha visto nascere nuove mostre, volumi pubblicati, molte collaborazioni: è sempre stata primaria la necessità di fare di Micamera un luogo di cultura, dove trovare libri da cui trarre ispirazione, incontrare altri autori e persone con cui condividere la passione per la fotografia.

Oggi, parallelamente alla ormai classica struttura dei workshop, sentiamo l’esigenza di ospitare un corso più ampio e corposo, e che possa essere parte di un percorso progettuale di più lungo termine: un percorso che consenta a un gruppo di autori di ritrovarsi regolarmente in un contesto ideale, e avere il tempo di sviluppare il proprio progetto tra un incontro e l’altro.

Il corso si articolerà su 5 fine settimana nell’arco di 8 mesi, oltre a 5 incontri individuali da organizzare in base alle esigenze degli studenti iscritti (a Milano o via Skype).

Dopo aver definito il linguaggio visuale e l’approccio alla fotografia, ciascun partecipante sarà accompagnato nella realizzazione del lavoro attraverso le varie fasi, dalla preparazione allo scatto, dall’editing alla post-produzione, dalla creazione della sequenza alla realizzazione del dummy, fino alla possibilità di trasformarlo in libro pubblicato e distribuito.

Il corso sarà tenuto da un fotografo, un editore e un tutor, proprio per accompagnare i corsisti in un percorso finalizzato alla costruzione di un proprio progetto personale, analizzandone punti di forza e criticità.

CALENDARIO:
25-26 marzo con Joakim Eskildsen
29-30 aprile con Joakim Eskildsen
3-4 giugno con Joakim Eskildsen
23-24 settembre con Joakim Eskildsen
28-29 ottobre con Hannes Wanderer (Peperoni Books)
+ 5 appuntamenti individuali da fissare

dove: Milano, Micamera / via Medardo Rosso, 19
lingua: inglese
quanto costa: 2000€
quanti studenti: massimo 13
info & iscrizioni: associazione@micamera.it oppure giulia@micamera.com
Giulia Zorzi: 02 4548 1569 oppure 335 6817 917

I DOCENTI

JOAKIM ESKILDSEN – AUTORE

Schermata 2017-01-15 alle 18.02.39

——–Joakim Eskildsen (ritratto) e un’immagine scattata in Val Trebbia nel 2012

 

Joakim Eskildsen terrà il corso nei primi 4 fine settimana – già docente dei nostri corsi in passato, nel 2012 fu protagonista della prima edizione dei nostri summer camp in Val Trebbia.

Ci vuole una certa disciplina per restare ottimisti. Cerco di scattare immagini di un mondo in cui posso continuare a credere, che mi da speranza e momenti di magia.
– Joakim Eskildsen

Schermata 2017-01-15 alle 06.53.37

——–Joakim Eskildsen, due immagini da American Realities

Scatto pochissime immagini – senz’altro molte meno di qualunque altra persona. Ma sono sempre attento alle possibilità. Lento è giusto per me- Quando non ci sarò più, spero avrò lasciato dietro una testimonianza di tutto quello che ho trovato meraviglioso. Mi concentro su quello che può darmi forza. Siamo qui, e il mondo è un luogo incredibilmente stupendo. Se ci sforziamo di guardare le cose meravigliose, forse avremo più voglia di salvarlo. L’amore deve essere romantico e appassionato. Senza emozioni, non ho voglia di vivere e di guardare.
(dall’intervista a GEO)

Schermata 2017-01-15 alle 06.55.25

——–Joakim Eskildsen, due immagini da The Roma Journeys

Joakim Eskildsen
è nato a Copenhagen nel 1971 dove ha cominciato come assistente di Rigmor Mydtskov, fotografa presso la Corte Reale. Nel 1994 si è trasferito in Finlandia, dove ha studiato l’arte di produrre un libro di fotografia con Jyrki Parantainen e Pentti Sammallahti presso l’Università di Arte e Design di Helsinki, e dove si è diplomato nel 1998.
Ha realizzato diversi progetti, raggiungendo la fama nel 2007 con  il libro ‘The Roma Journeys’ (pubblicato nuovamente nel 2009) racconto dei sei anni di viaggio  nel mondo e nella cultura del popolo Rom. Il libro è, appunto, il risultato di un progetto molto vasto, portato a termine insieme alla scrittrice e artista Cia Rinne e accompagnato da un testo di Günter Grass e da un CD. Un lavoro fotografico che evoca la tradizione del grande fotogiornalismo e che si distingue per la forte caratterizzazione dei contenuti e la sorprendente varietà di linguaggio affrontata

Ha pubblicato 9 libri – mentre altri tre sono in lavorazione

di prossima pubblicazione:
Home Works – (previsto nel 2019)
Nordic Signs –  nuova edizione rivisitata del primo libro uscito nel 1995  (previsto nel 2018)
Cuba – (previsto nel 2017)

già pubblicati:
American Realities, libro, testi di Natasha del Toro e Barbara Kiviat, Steidl Publishers, Göttingen 2016
The Roma Journeys, libro, testi di Cia Rinne e Günter Grass, Steidl Publishers, Göttingen 2007 (seconda edizione nel 2009)
Orientation, catalogo, Iserlohn 2003
al-Madina, Opus 39, portfolio, in collaborazione con Pentti Sammallahti e Kristoffer Albrecht, testo di Cia Rinne, Helsinki 2002
iChickenMoon, Opus 38, libro, testo di Cia Rinne, Helsinki 1999
Træer, Opus 32, portfolio, Helsinki 1997
Træer, Opus 32, portfolio, Helsinki 1997
Meknès Opus 34, portfolio, Helsinki 1997
Bluetide, Opus 33, libro, testo di Cia Rinne, Helsinki 1997
Nordic Signs, Opus 29, libro , Helsinki 1995

per i libri di Joakim Eskildsen guarda qui o manda una mail al libraio: ordini@micamera.com

two images from Home Works

——–Joakim Eskildsen, due immagini da Home Works

Il soggetto del nuovo grande progetto del fotografo danese è la propria famiglia. Eskildsen è un autore che raccoglie la sfida, affrontando spesso temi ”consueti” per trasformarli in progetti unici.
Esposto in tutto il mondo (rimandiamo al suo sito per la biografia aggiornata), è stato oggetto di una retrospettiva dal titolo A world I can believe in, che ha presentato il suo lavoro descrivendo il processo di lavoro di sette libri ed esponendo tutto il relativo materiale, dai provini a contatto alle stampe di prova e da lavoro, dalle stampe per le esposizioni agli sketch book. La mostra è stata ospitata presso il National Museum of Photography di Copenhagen, in Danimarca (maggio 2015  – gennaio 2016), il FO.KU.S – Foto Kunst Stadtforum di Innsbruck, Austria (marzo – maggio 2016) e presso il museo svedese di Mamarstrand, in Svezia (marzo-maggio 2016)

A world I can believe in - exhibition by Joakim Eskildsen at the National Museum of Photography, Copenhagen (details)

A world I can believe in – exhibition by Joakim Eskildsen at the National Museum of Photography, Copenhagen (details)

 

HANNES WANDERER – EDITORE
Peperoni Books

Schermata 2017-01-14 alle 11.30.58

(Giulia Zorzi e Hannes Wanderer nel 2015 in occasione del pop-up store da Micamera)

Quando nel 2004 uscì il primo libro Time Out non era chiaro se ne sarebbero seguiti altri. Ma il feedback fu così positivo che Hannes Wanderer – motivato da una grande passione per la fotografia e per i libri ben fatti – non poté dire no, quando Stefan Canham, Marei Wenzel, Iris Czak, Henrik Spohler e altri autori gli presentarono i loro eccellenti progetti. Oggi, tra i nomi più noti pubblicati dall’editore tedesco spicca quello di Michael Wolf.

Peperoni Books non pubblica cataloghi di mostre o portfoli, ma libri fotografici d’autore che possono avere un approccio documentario o artistico (o entrambi), in piccole o grandi tirature, con inserti di testo più o meno lunghi…ma ciò che non cambia mai è che ogni decisione riguardante il contenuto, la carta e i materiali usati, la tecnica di produzione, viene presa con grande cura.

25books è la libreria di Hannes Wanderer con sede a Berlino. Specializzata in fotografia, dove Wanderer presenta i libri invitando l’autore ad esporre anche le stampe. Le recensioni sono pubblicate sul blog. (sarà interessante, a questo proposito, seguire la conferenza che Wanderer terrà a Düsseldorf il 4 febbraio 2017 e di cui promettiamo di rendervi conto)

Hannes Wanderer è nato ad Hameln nel 1958. I suoi genitori avevano una tipografia, così lui è cresciuto nel mondo della stampa.

Hannes Wanderer (a destra) e il fratello, anni ’60

Nel 1997 è co-fondatore della Peperoni Advertising Agency: si occupa di identità, testo, grafica, e fotografia, lavorando con diversi clienti. Nel 2004 fonda la casa editrice Peperoni Books. Nel 2009 prende in gestione la libreria 25books.

Oltre a tutto questo, Wanderer insegna presso diverse scuole, dalla Ostkreuz alla New School for Photography di Berlino, dalla HAW Hamburg alla Hartford Art School, alla Rodchenko School di Mosca, e tiene corsi e lezioni presso i vari festival di fotografia.

La passione di Hannes Wanderer per il libro fotografico è assoluta. Da Micamera è stato ospite  già diverse volte e grazie agli incontri milanesi sono nati due libri: Tangenziale di Alex Pardi e JEST di Ilaria Turba. Altri titoli sono in lavorazione.

Qui il link alla casa editrice

Qui i libri dell’editore da Micamera

 

TUTOR
Giulia Zorzi (Milano, 1972)

(la foto è sopra)

In passato ha lavorato nella musica occupandosi soprattutto degli aspetti organizzativi. Nel frattempo si era formata come interprete (tedesco e inglese, laurea breve, specializzazione in traduzione simultanea, nel 1995) lavoro che ha effettivamente svolto per alcuni anni soprattutto in Svizzera. Referente organizzativa del Festival Aterforum di Ferrara (dal 2001 al 2006). Nel 2002 prende la seconda laurea (Lingue e Letterature straniere) e decide di aprire una libreria fotografica insieme a Flavio Franzoni. Nel 2003 nasce Micamera, prima solo libreria, poi (dal 2004) anche associazione culturale, e poi (dal 2006) anche galleria. Collabora con Festival e giurie internazionali.

Giulia Zorzi si è occupata di tutte gli aspetti che hanno portato alla realizzazione delle mostre di autori quali Mark Steinmetz, Michael Wolf, Todd Hido, Lucas Foglia, Gregory Halpern, Dana Lixenberg, Gus Powell, Jessica Backhaus, Gerry Johansson, Yamamoto Masao, Paul Kooiker, Melanie Pullen, Philip Jones Griffiths, Rinko Kawauchi, Paul Kranzler, huber.huber, Daniel Reuter… tra gli italiani, Guido Guidi, Ilaria Turba, Davide Monteleone, Silvia Camporesi, Pablo Chiereghin, Gaia Giani, Matteo Di Giovanni, Andrea Alessio, Lorenzo Tricoli.
Per Micamera, si occupa di invitare autori, editori, designer, curatori a tenere conferenze, fare letture portfolio, incontrare il pubblico. Organizza i pop-up store dal 2011 e si occupa dei workshop. Affianca gli autori nella realizzazione dei progetti, seguendone aspetti diversi, dalla progettazione fino alla realizzazione del libro finito.

Si è occupata anche di alcuni progetti aziendali. Afferma di essere molto orgogliosa di (quasi) tutto quello che ha fatto, e non è poco. In genere ha una ventina di progetti in corso di cui è impossibile rendere conto qui e comunque se ne realizzano sempre molti meno. Ha due figli. Non viaggia abbastanza e dorme troppo poco.

Comments are closed.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: